Il mondo è cambiato: e la tua azienda?

Il mondo è cambiato: e la tua azienda?Spesso sento dire “il mondo è cambiato”: e la tua azienda in cosa è cambiata?

Ancora troppo spesso le risposte sono le seguenti:

“Beh, la mia azienda è cambiata, abbiamo comperato una macchina a taglio laser più grande e veloce.”

“Ho assunto 2 ingegneri solo lo scorso anno”.

“Abbiamo fatto la fiera a Singapore …”

“Noi andiamo bene, inoltre mia nipote, che si sta laureando, quando ha tempo, mi cura i Social …”

“Abbiamo tanto lavoro che non ci stiamo dietro, ma non si fanno più utili”.

NO!

Non ci siamo!

Il mondo è cambiato: e la tua azienda?

I cambiamenti che ci sono stati negli ultimi anni sono strutturali, non di prodotto.

Oggi dobbiamo conoscere BENE cosa “desidera il mercato”, non solo i tuoi clienti, ma soprattutto i tuoi NON clienti.

Tra i tuoi NON clienti si nascondono (bene) i tuoi migliori clienti del futuro, coloro che ti torneranno a far fare buoni utili.

Bisogna smettere di vendere ciò che produciamo ai clienti, ma produrre ciò che ai clienti piace comperare!

Ecco in cosa è cambiato il mondo.

Se la tua è un’azienda storica che da 4 generazioni fa i ferri da cavallo migliori al mondo … ottimo; ma è ora che qualcuno indaghi il mercato, perché nel frattempo “qualcosina è cambiato” e (forse) scopri che se fai i cancelli di sicurezza per le ville personalizzati e su misura (visto che siete dei fabbri da 4 generazioni) torni a lavorare bene e a fare buoni margini … come una volta.

In sintesi bisogna conoscere il mercato, chiedere a centinaia, o migliaia di prospect, all’interno delle tue competenze cosa desiderano che magari nessun’altro riesce a fare.

Naturalmente dentro la tua azienda “storica” hai ancora il nonno e il babbo, oltre allo zio, che ti dicono di non perdere tempo con queste stregonerie, “abbiamo sempre fatto così …”  Ti hanno ceduto lo scettro, ma tu non devi prendere nessuna decisione innovativa.

Il mondo è cambiato: e la tua azienda?

In tutti i modi voglio farti i complimenti sinceri perché essere ancora qui oggi significa essere un EROE.

Se per caso non hai ancora attivato delle attività di Marketing per indagare concretamente il mercato ti consiglio di farlo presto, perché il mondo è cambiato per davvero, non solo quando si parla al bar davanti un prosecco.

5 passi pratici:

  1. Stabilisci un obiettivo, una zona ed un mercato. Es. voglio trovare 3 clienti migliori in Toscana, perché non siamo molto presenti, mentre la zona ha un grande potenziale.
  2. Trova un Data Base che sia in linea con le attività che stai già facendo ora. Es. se lavori negli ingrossi di ferramenta, trova TUTTI i potenziali della … Toscana
  3. Stabilisci cosa vuoi comprendere dai prospect e cosa vuoi far comprendere su di te. Cioè cosa vuoi che sappiamo di te, ma soprattutto cosa vuoi che ti dicano loro. Questo è fondamentale. (Lo so, non è facile, anzi …)
  4. Stabilisci il COME e il CHI e fallo fare a qualcuno, prima fagli la giusta formazione, poi tutto l’affiancamento necessario.
  5. Misura il tutto e correggilo, almeno settimanalmente.

Lo so che per chi non ha dimestichezza questi sono lavori noiosi, difficili e che si fa prima a rimandare che a farli.

Ma se è vero che il mondo è cambiato, è vero anche che tu devi fare le cose basiche che servono.

Subito.

Presto che è tardi  🙂

Tutto comincia da qui.

Se stai leggendo e senti che “dovresti” farlo anche tu, fermati e decidi ora quando farlo fare.

Se stai pensando che adesso hai un sacco di lavoro e non ha senso fare delle cose in più stai ignorando le leggi universali e non pensare che per te sarà diverso.

Il mondo è cambiato: e la tua azienda?

Non si tratta solo di denaro, di utili, ecc. ma di fare le cose in armonia con i tempi attuali, si tratta di vivere meglio la propria azienda, di dormire alla notte più tranquilli, di alzarsi alla mattina felici di andare a lavorare e di tornare a casa alla sera felici della giornata trascorsa, si tratta di governare la propria azienda, o mansione, e non di farsi governare.

Ecco perché …

 

L’amore vince sempre

Roberto Bonazzi

 

P.S. se hai bisogno di organizzare queste attività mi puoi contattare, se vuoi ti invito ad un workshop gratuito sull’argomento quando lo facciamo. Puoi scrivere qui sotto nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.